Segnaliamo in questo articolo una nota, uscita anche sulla stampa locale, da parte di Arpat che coinvolge le “nostre” centraline; non mancano poi le novità in tema di inquinamento atmosferico.

GOOD NEWS

Tutto ha inizio qualche settimana fa, quando in un articolo apparso su “Bisenzio 7” il 12.10.18 , un esponente del Movimento 5 Stelle di Calenzano aveva dichiarato che ARPAT (l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana) aveva riconosciuto come misurazioni integrative quelle effettuate dalle nostre centraline. A distanza di qualche giorno ARPAT correttamente puntualizza, riguardo al progetto “Che aria tira”, che “non ha la facoltà di riconoscere alcun sistema di monitoraggio della qualità dell’aria”. La cosa molto interessante, e che conferma la bontà di progetti come il nostro, è che nello stesso articolo ARPAT scrive che “lo sviluppo di esperienze di citizen science è visto con interesse da parte del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (di cui ARPAT fa parte), così come dall’Agenzia Europea per l’Ambiente che stanno realizzando progetti di vario genere di questo tipo”.

Buone nuove dunque, anche per il progetto CHE ARIA TIRA, che ha come secondario obiettivo anche quello di indurre le istituzioni pubbliche ad aumentare e rendere più capillare le attività di monitoraggio degli inquinamenti atmosferici.

BAD NEWS

Cattive nuove invece emergono continuamente in tema di smog. Non possiamo fare a meno di citare l’incredibile ’emergenza ambientale milanese dovuta ai roghi dei rifiuti’– , così come una serie di avvenimenti climatici oramai condizionati dalla diffusione sempre più estesa di polveri sottili come l’anomalo “temporale fuori stagione registrato di recente a Bologna secondo alcuni esperti scatenato dall’eccesso di smog”.

Continuate a sostenere il progetto CHE ARIA TIRA. Il presente di noi tutti è in gioco quando si parla di ambiente e inquinamento. Oramai parlare di futuro in questo campo è irresponsabilmente inopportuno dal momento che gli effetti delle emergenze ambientali si registrano costantemente nel quotidiano!